On. Chiara Braga

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
 
On. Chiara Braga
MALTEMPO, RISARCIMENTI: "Dal Governo risarcimenti per cittadini e imprese colpiti da calamità" PDF Stampa E-mail
Scritto da carla   
Venerdì 29 Luglio 2016 14:18

MALTEMPO RISARCIMENTO, Braga-Mariani (PD): "Dal Governo Renzi risarcimenti per cittadini e imprese colpite da calamità". Finalmente una riforma organica del post-emergenza
(Roma, 29 luglio 2016) "Con la delibera licenziata ieri dal Consiglio dei Ministri sulla gestione dei risarcimenti del post-emergenza da calamità naturale il Governo Renzi mantiene una promessa e premia il lungo impegno messo in campo dal Partito Democratico su questi temi”. Lo affermano congiuntamente Chiara Braga, deputata responsabile Ambiente del PD, e Raffaella Mariani, deputata PD e relatrice della legge di riordino della Protezione Civile.

Per la prima volta - spiegano le deputate dem - si guarda all'omogeneità e alla concretezza degli strumenti di gestione delle fase successiva all'emergenza e all'importanza di costruire un meccanismo equo, in grado di supportare concretamente il ritorno alle normali condizioni di vita post calamità. Con questa misura si introduce infatti la possibilità di risarcire i cittadini privati e le attività produttive colpite da un disastro naturale, al termine di una procedura veloce ma trasparente. Saranno riconosciuti fino all'80 % dei danni riportati dagli immobili privati, accertati sulla base di criteri rigorosi, per un massimo di 150mila euro. Il massimo è di 450mila euro invece per le attività produttive, con il riconoscimento fino al 50 % dei danni subiti dagli edifici e dell'80 % per macchinari e scorte di materie prime”.

“La Legge di Stabilità 2016 aveva già stanziato risorse rilevati, fino a un massimo di 1,5 miliardi di euro; il Governo ha ora definito gli atti necessari all'implementazione di questa misura. Si tratta - concludono le esponenti del PD fff- di un provvedimento giusto e atteso da anni, che risponde alle legittime aspettative di ristorno dei danni subiti da privati cittadini e impresa a seguito di calamità naturali. Siamo molto soddisfatte perché quanto varato dal Governo anticipa ed interpreta in modo efficace gli obiettivi della legge delega di riordino della Protezione civile in discussione al Senato, che ci auguriamo possa trovare rapida e definitiva approvazione alla ripresa dei lavori parlamentari a settembre".
 
PARITA' GENRE GIUNTE COMUNALI, SAN FERMO DELLA BATTAGLIA: "Presentata interrogazione" PDF Stampa E-mail
Scritto da carla   
Venerdì 29 Luglio 2016 10:44

PARITA' GENERE GIUNTE COMUNALI, SAN FERMO DELLA BATTAGLIA, Braga-Guerra (PD): "Presentata interrogazione al ministero dell'Interno per il mancato rispetto della rappresentanza di genere nelle giunte di alcuni comuni italiani"

(Roma, 29 luglio 2016) “Nei giorni scorsi abbiamo presentato un’interrogazione per chiedere al ministro degli Interni quali iniziative intenda assumere nei confronti di quei comuni che, come San Fermo della Battaglia, non rispettano le disposizioni di legge in materia di parità di genere nella composizione delle giunte comunali. Le nome vigenti, infatti, prevedono e garantiscono la presenza di entrambi i sessi nelle amministrazioni pubbliche. Nello specifico, la legge Delrio prescrive che, nelle giunte dei Comuni con popolazione superiore ai tremila abitanti, nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40 per cento”. Lo dichiarano i deputati comaschi Chiara Braga e Mauro Guerra dopo aver registrato l’ostinazione del Comune di San Fermo, nonostante le numerose sollecitazioni del gruppo di minoranza, a non rispettare la rappresentanza di entrambi i sessi nella formazione della giunta.

“In alcuni comuni italiani, e purtroppo San Fermo della Battaglia appartiene a questo gruppo, assistiamo – continuano gli esponenti dem - ad una ingiustificata assenza o sottorappresentanza del genere femminile nella composizione degli organismi esecutivi con la conseguente violazione delle norme riguardanti la parità di genere”.

“Nel caso specifico del comune comasco siamo in presenza di una giunta formata esclusivamente da soli uomini in cui non si è voluto, avanzando motivazioni del tutto inadeguate e pretestuose, prendere in giusta considerazione la possibilità, prevista dallo statuto comunale, di procedere alla nomina di assessori esterni e quindi di garantire, come previsto dalla legge, la presenza di entrambi i sessi nell’esecutivo comunale. Da notare come anche il consiglio del comune di San Fermo, risultante dalle elezioni dello scorso 5 giugno, conti la presenza di una sola donna, peraltro eletta nella lista di minoranza”.

“La presenza di entrambi i generi nelle giunte comunale – concludono Braga e Guerra - non è una prescrizione eludibile, da applicare a discrezione dei sindaci di turno, ma un principio vincolante previsto sia dalla Costituzione che da diverse altre leggi, garantito da sentenze dei Tar e da rilevanti pronunce del Consiglio di Stato che hanno inequivocabilmente ribadito il carattere inderogabile della percentuale di quote rosa nelle amministrazioni pubbliche”.

“Il mancato rispetto di questo principio di democrazia paritaria, è indice di una forma mentis che sottovaluta culturalmente, ponendoli in secondo piano, il ruolo e le capacità femminili nell’ambito della sfera pubblica; un’impostazione mentale che non possiamo più accettare”.

In allegato il testo dell'interrogazione a risposta in Commissione presentata

 

 
COOPERAZIONE AFRICA: "Sviluppo ambientale e umano cruciale per futuro Africa e Italia" PDF Stampa E-mail
Scritto da carla   
Venerdì 29 Luglio 2016 10:09

COOPERAZIONE, AFRICA – Braga (PD): Sviluppo ambientale e umano cruciale per il futuro dell'Africa e dell'Italia. Bene impegno di tutto il PD per l'Africa Act"

(Roma, 28 luglio 2016) “L’Africa è il continente più giovane del mondo e come ha avuto modo di dire, anche recentemente, in Italia  Bill Gates, citando proprio il grande Nelson Mandela, “il maggior potere dell’Africa risiede nei suoi giovani e la sua gioventù può essere la fonte di uno speciale dinamismo”. In molti Stati africani la metà della popolazione non ha ancora raggiunto i 25 anni e secondo l’ultimo rapporto sulla popolazione mondiale dell’ONU, entro il 2050 il trend demografico dei 28 paesi del continente africano raddoppierà. Ecco perché investire nello sviluppo umano e ambientale dell’Africa è fondamentale e soprattutto agire seriamente nella cooperazione in ambito ambientale, in special modo sul diritto all'acqua universale e sulla crescita sostenibile delle nuove realtà urbane, come ha sottolineato anche il Ministro Paolo Gentiloni nel suo intervento al convegno "La via italiana dell'Africa". Così come sull'efficienza energetica, sull'agricoltura responsabile, sulla lotta all'inquinamento per affrontare lo sviluppo di Paesi sempre più vicini e strategici per l’Italia. E serve inoltre a fronteggiare l’emergenza migranti. I migranti ambientali, secondo le Nazioni Unite, entro il 2050 costituiranno circa 200 milioni di rifugiati e nel 2060, nella sola Africa, ci saranno circa 50 milioni di profughi climatici. La cooperazione ambientale poi ci rende anche più sicuri: si pensi anche infatti  che il terrorismo viene finanziato dal business dei crimini ambientali, come ad esempio, il bracconaggio fruttando, secondo gli ultimi dati disponibili, oltre 23 miliardi di dollari l'anno gestiti da gruppi armati che minano la sicurezza globale”. Lo afferma Chiara Braga, deputata e responsabile Ambiente del Partito Democratico, nel corso  del convegno in occasione del convegno di presentazione dell'Africa Act La via italiana dell’Africa- Un nuovo paradigma dello sviluppo” oggi alla Sala Moro della Camera dei Deputati.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 29 Luglio 2016 10:10
 
CICLOVIE: "Occasione per scoprire bellezza dell'Italia, tutelare Ambiente" PDF Stampa E-mail
Scritto da carla   
Mercoledì 27 Luglio 2016 15:06
CICLOVIE, Braga (PD): “Il Sistema Nazionale delle Ciclovie è occasione per scoprire la grande belleza dell'Italia, tutelare l'Ambiente, muoversi in maniera sostenibile"

(Roma, 27 luglio 2016) “Oggi è una bella giornata per l’Italia che si dota di un importantissimo e atteso sistema di ciclovie turistiche nazionali. Con i 3 protocolli firmati dai ministri Franceschini e Delrio assieme a Roberto Maroni, Luca Zaia e altri rappresentanti delle regioni coinvolte. Grazie alla determinazione del Governo Renzi, e al sostegno di tutto il Partito Democratico, il progetto era stato inserito nella legge di Stabilità 2016 con una priorità sui percorsi di ciclovia nati oggi: quello del Ven-To (Torino-Venezia), del Sole (Verona-Firenze), dell'Acquedotto Pugliese (Caposele-S.Maria di Leuca) e del GRAB a Roma-Grande Raccordo Anulare delle Biciclette, assegnando, in totale per il triennio, 91 milioni di euro. Un obiettivo che onora l’impegno ottenuto già nella passata Legislatura e di cui mi ero occupata, con un ordine del giorno approvato in Aula, proprio sulla ciclovia Torino–Venezia". Afferma Chiara Braga, deputata e responsabile Ambiente del PD, commentando la firma dell’intesa MIT-MIBACT e Regioni sul Sistema nazionale delle Ciclovie.

"Intervenire poi - conclude Chiara Braga - sulle modalità di spostamento dei cittadini, è fondamentale per ridurre l’inquinamento, specie nella Pianura Padana, e anche per realizzare un turismo più sostenibile e diffuso, vicino al territorio. E’ infatti dimostrato che le ciclovie sono infrastrutture leggere, a basso costo ma ad alta redditività economica e culturale”.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 224

Chi è online

 81 visitatori e 1 utente online

PD YouTube

    

 

 

 

 

 

 


                                                                                                                                             

QTube

Video Id mancante!

Agenda

 

L’AMBIENTE AL CENTRO Edizione 2016

Scarica qui il report dei lavori del seminario 2016

Lunedì 01 agosto 2016 - Discussioni generali: 1) Ddl 3976 - Modifiche alla legge 24 dicembre 2012, n. 243, in materia di equilibrio dei bilanci delle regioni e degli enti locali; 2) Mozione n. 1-1331 sulle linee della politica europea ed estera dell’Italia alla luce delle recenti emergenze internazionali - Martedì 02 agosto 2016 - Discussioni con votazioni: 1) Ddl 3976 - Modifiche alla legge 24 dicembre 2012, n. 243, in materia di equilibrio dei bilanci delle regioni e degli enti locali; 2) Seguito della discussione congiunta del Conto consuntivo della Camera dei deputati per l’anno finanziario 2015 (Doc. VIII, n. 7) e del Progetto di bilancio della Camera dei deputati per l’anno finanziario 2016; 3) Mozione n. 1-1331 sulle linee della politica europea ed estera dell’Italia alla luce delle recenti emergenze internazionali - Interpellanze e interrogazioni - Mercoledì 03 agosto 2016 - Discussioni con votazioni: provvedimenti non conclusi - Interrogazioni a risposta immediata - Alle ore 16.15, avrà luogo un’informativa urgente del Governo, con la partecipazione del Ministro dell’economia e delle finanze, sullo stato del sistema bancario italiano, con particolare riferimento alla situazione del Monte dei Paschi di Siena - Giovedì 04 agosto 2016 - Discussioni con votazioni: provvedimenti non conclusi - Venerdì 05 agosto 2016 - Discussioni con votazioni: provvedimenti non conclusi  - Interpellanze urgenti

Bacheca


ü  Quanto guadagna un deputato?


Link


 


 


PD Como

Federazione Provinciale Como


EcoDem


Giovani Democratici

Giovani Democratici Como


 

Camera dei Deputati


Senato della Repubblica


Cgil Como


Cisl Como


Uil Como



Uic


Fondazione Avvenire